giovedì 4 ottobre 2012

2 mesi!


Ciao a tutti!

Premetto che saranno due mesi dalla partenza domenica, ma dato che domani andiamo a San Antonio (sud Texas) per il weekend e lunedì a Dallas alla Texas State fair, non avrò modo di aggiornare.

Ad essere sincera non vorrei aggiornare con lo stato d’animo che mi ritrovo in questo momento. Ma devo cercare di essere obbiettiva. Questo mese, eccetto l’ultima settimana più o meno, è stato bello e migliore del primo. Ho fatto progressi con la timidezza e le amicizie e devo dire di essere soddisfatta, mi sono divertita parecchio. Ho riletto i post di questo secondo mese. Credo si percepisca il mio entusiasmo, e, nonostante qualche momento di sconforto, era entusiasmo vero.

Vorrei scrivere questo post con oggettività e razionalità, cercando di sintetizzare le belle emozioni del mese, ma non ci riesco.

Non so perché, non so come, da domenica crisi totale. Cerco giustificazioni nella stanchezza, nel fatto che lo scorso weekend non sono stata molto bene… sicuramente anche quello ha influito. Poi sono stata senza wifi per un po’ di giorni e mi sono sentita tagliata fuori dal mondo. Non so cos’ho, ho malinconia, nostalgia di tutto, anche di quella quotidianità che non vedevo l’ora di lasciare, la fine di quest’anno mi sembra lontanissima, anzi, mi sembra non ci sia una fine e mi sono chiesta se davvero ho la forza sufficiente e necessaria ad affrontare questi  8 mesi. “Non lo so” è l’unica risposta che riesco a darmi a qualsiasi domanda. Sono adatta a questo tipo di esperienza? Ho fatto un passo troppo lungo? Perché la mia personalità a volte rimane nascosta e non riesco ad essere come in Italia? Non lo so.

Mi mancano i miei amici, non è facile fare amicizie “vere” tra persone che si conoscono da quando hanno 5 anni, mi manca l’intesa con uno sguardo. Per carità qua sono tutti gentili, parlo con molta gente e sto approfondendo la conoscenza con qualche ragazza, però ogni tanto non so cos’ho, mi blocco ed è come se mi ritirassi nel mio silenzio. Mi manca anche l’italiano, perché nonostante tutto qua non si può mai stare tranquilli con la lingua, bisogna sempre stare con le antenne alzate, che si voglia o no. Vorrei tanto che ci fosse un’altra exchange nella mia scuola, sarebbe tanto più facile non essere l’unica ragazza exchange nella scuola. Con il brasiliano comunque mi trovo bene, ci vediamo poco però posso considerarlo un buon amico.
Sarà anche la questione dello sport, ho bisogno di scaricare la tensione in qualche modo, e poi fare sport è anche un ottimo modo per socializzare, ma nella mia scuola se vuoi fare uno sport devi rinunciare a una materia e ormai, essendo alla 6 settimana di scuola, non si può cambiare schedule. Nel secondo semestre prenderò uno sport sicuramente. Per ora andrò a fare danza in una palestra in paese.

Il fatto è che sono consapevole che questo Texas mi mancherà da morire, e se anche tornassi ora in Italia non sarei felice del tutto. E’ davvero una situazione strana. Mi sento indefinita. Sono arrabbiata con me stessa perché sono nella condizione ideale e non riesco a godermi questa esperienza che ho desiderato con tutta e stessa per un sacco di tempo. Ho parlato con i miei genitori americani, sono carinissimi, ho parlato anche con la coordinatrice locale che mi piace molto… domenica e lunedì sono stati davvero tosti, poi è andata meglio ma sono ancora in bilico.

Io molto spesso tendo ad essere perfezionista, e quando le cose non vanno come voglio io –passatemi il termine- mi incasino. Ho capito che la chiave di tutto è stare con i coetanei. Già quando sto con Erin o i ragazzi della chiesa va meglio. Voglio vivere questi mesi, non sopravvivere. Peccato che non sia così semplice, anzi.
Poi sono sempre stanca, ora inizio a prendere il ferro dato che mi aiuta molto.

Mi dispiace che questo post abbia questa natura un po’ insofferente. Spero sarà l’unico così.

Un grazie grande a tutte le persone che mi hanno supportato, in particolare a mia mamma, alle mie amiche Marta, Giulia (exchange in Kansas), Francesca (exchange in Ohio) e Angela. Non so cosa avrei fatto senza di loro.

Comunque voglio dare un voto ad ogni mese. Ora cerco di essere obbiettiva e di tener conto dell’intero mese, nonostante questi ultimi giorni abbiamo rovinato il resto.
Voto: 8

un bacione

8 commenti:

  1. Ciao cucciola!! Come va oggi? Mi piace molto leggere il tuo blog (anche se per la verità c'è chi mi tiene abbastanza informata....).
    Quella che senti è solo nostalgia per tutto ciò che ti è caro qui in Italia! Ma ritroverai tutto al tuo ritorno: Vittorio Veneto non si sposta, i tuoi cari e i tuoi amici nemmeno!!!! Perciò goditi questo momento più che puoi: è una cosa specialissima, che non molti possono vivere! Eppoi....se tu sei triste tua mamma diventa triste e di conseguenza fa diventare triste anche meeee (aiuto!) Ti mando un bacione grossissimo!!! La tua Mari <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mari,
      ora va già un pò meglio, cerco di farmi forza!
      grazie per gli incoraggiamenti!!
      ti affido la mamma, lo sai!!
      un bacione grande

      Elimina
  2. Ale, wooow, che post :) non posso dirti che mi sento come te ora, ma due settimane fa avrei potuto scrivere le stesse cose. Sono sicura che ti ha fatto bene buttare giù tutti i pensieri, sono sicura che l'unico rimedio a tutto questo è lo scorrere del tempo. Anche se mi dicevo "cami smettila, sono pochi mesi, goditeli e smettila di pensare", non funzionava. Aspettare, lasciare tutto in mano al destino, forse è l'unica soluzione. Ma passa, questo so che lo sai, perchè me l'avevi detto tu stessa <3 forzaaaaaaa! un abbraccio forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hei Cami,
      questa è stata la settimana più tosta!
      ora va già un pò meglio, dobbiamo farci forza! sono contenta che a te ora vada meglio rispetto all'inizio!
      secondo te dobbiamo lasciare tutto in mano al tempo? forse hai ragione, però un pizzico di buona volontà per far andare le cose nel verso giusto ci sta forse!
      grazie per il commento è in bocca al lupo bella!
      a presto <3

      Elimina
  3. Hey, mi piace molto il tuo blog! Volevo dirti che anche io ora sto così. cioè mi sembra di sopravvivere e non di vivere! piu che altro perche, come dici tu, mi mancano le amicizie italiane, le intese con uno sguardo, qui è gia tanto se parlo con i miei compagni, non li posso considerare amici! Però se tornassi a casa sarebbe un fallimento troppo grande, voglio rendere quest'anno 'the time of my life' e sono sicura che entrambe ce la faremo! tempo al tempo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hei ciao!
      è tanto dura però spero/credo che questi brutti momenti saranno ripagati!
      si, ce la possiamo fare, forse è solo questione di tempo... concordo con tutto quello che hai scritto!
      grazie davvero e in bocca al lupo per tutto :)

      Elimina
  4. Ale tesoro, io ci sono sempre .
    Non ti scoraggiare, devi essere la prima ad essere convinta che le cose andranno meglio.
    Lo so bene che è dura, ma come hai detto tu : ce la stiamo già facendo !!
    Vai tesoro
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non ci fossi tu Giuli non do come farei!!

      Elimina